mercoledì 1 luglio 2009

Terrore nell'apparato!

Politburo sovietico, "l'apparato"



L'"apparato" comincia a dar segni di evidente nervosismo.

E' bastata un'intervista di Debora Serracchiani nella quale dice, fra molte altre cose, che lei votera' Franceschini perche' e' simpatico, che si scatenasse il fuoco di fila incrociato da parte di quello che lei ha etichettato felicemente come "apparato." (Che sia il meno peggio lo pensavo anch'io.)

E nonostante quella frase che denota la scarsa dimestichezza di Debora con i paludati movimenti delle liturgie politiche della sinistra, fa davvero impressione come si siano scatenati con la bava alla bocca gli apparati del partito, se usassero tutta quella energia per attaccare papi, forse non saremmo ridotti come siamo oggi.

Nel blog di Debora il vero senso della sua scelta "simpatica".


Dalle frasi di Pollastrini, Zingaretti, Follini, Carloni, Chiaromonte, Carra, Marrazzo, Giachetti etc.etc. emerge il fatto che l'apparato e' pronto a neutralizzare l'onda che monta portando Debora ad altezze che sono diventate molto pericolose per loro.

Dove ci ha condotti la vostra "saggezza politica", cari apparati? Ci ha condotti qui con il governo che usa il parlamento come l'ufficio bolli sulle proprie decisioni, a colpi di fiducia.

Ovviamente il viscido D'Alema non ha proferito parola, restando a giocare al burrattinaio matto dietro le quinte. Ma stai attento baffino maledetto, che stavolta i fili li tagliano a te.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.



2 commenti:

Anonimo ha detto...

Dove ci hanno condotti con tutta la loro sapienza politica? Questa e' la domanda fondamentale. Sempre piu' in basso. Devono andarsene. Litio.

tere ha detto...

..il successo al Lingotto e i sondaggi per le primarie del PD http://www.corriere.it/appsSondaggi/votazioneDispatch.do?method=risultati&idSondaggio=5410 ...sono dati che testimoniamo l'esigenza di un reale rinnovamento ...Chi ha voglia di credere ancora nel PD non si farà di certo influenzare da chi come hai sottolineato tu ha consegnato il nostro Paese nelle mani di Papi.
Teresa