giovedì 11 dicembre 2008

D'Alema, Rutelli e Veltroni: andatevene!

Ci siamo, berlusconi sferra l'attacco decisivo per mettere i giudici sotto il controllo del governo. Se riesce a cambiare la costituzione in questo senso, l'Italia diventera' a tutti gli effetti una dittatura in cui tutti i poteri sono concentrati nel presidente del consiglio.In questo momento nerissimo per l'Italia, con la crisi economica sempre piu' grave, il fascismo ed il razzismo che da striscianti sono diventati qualcosa che cammina senza paura alla luce del sole, la guerra fra procure per tacitare le inchieste scomode, nulla sembra poter contrastare questo disegno supremo del berlusconismo.

Men che meno l'opposizione, che addirittura riesce a farsi accusare da berlusconi di avere una questione morale. Ed invece di rovesciare addosso al nostro diversamente onesto premier tutta la sua "carriera" in bilico fra mafia, malaffare, tangenti, fondi svizzeri, leggi ad berlusconam etc. etc., balbetta un sofferto "ma voi avete piu' inquisiti..".

Roba da far cascare tutto il cascabile sul pavimento. Purtroppo la realta' e' che in questo momento cruciale, l'opposizione che avrebbe il dovere civile e morale di opporsi con tutte le forze al disegno berlusconiano, e' formata da inetti, da gente come D'Alema, Rutelli e Veltroni che hanno distrutto la sinistra alle ultime elezioni staccandosi dalle posizioni fortemente critiche verso berlusconi dei verdi, rifondazione e gli altri per abbracciare un profilo basso che avrebbe dovuto attirare il voto dei moderati e che invece ha avuto come unico risultato quello di far diventare l'opposizione una barzelletta, ed il parlamento stesso un ufficio buono solo per annunciare al popolo e ratificare le decisioni di berlusconi, nulla di piu'.

Andate via, Rutelli, D'Alema, Veltroni e compagnia bella. Prendete atto del vostro enorme fallimento, a tutti i livelli e chiedete scusa agli italiani per bene, di aver consegnato l'Italia intera ad un nuovo dittatore.


.

6 commenti:

vocalizzorotante ha detto...

come se... non fossero anche questi tre come molti altri, servi sciocchi di chi - negli anni '80 - sentenziò il cambiamento della Costituzione, l'accentramento dei poteri, la riduzione delle Province e del numero esattamente voluto con l'ultimo Referendum del 2006 o la separazione delle carriere.

Siamo tutti nati ieri?
No! è che, potenzialmente, valiamo poco. Molto poco....

Un passaggio di turno alla Champions ad esempio. Un mondiale di calcio vinto. e dimentichiamo di essere cittadini SOCIALI di questo Paese!

Angelo del fango ha detto...

sono d'accordo con te, ma il problema è di oggi, pressante ed enorme. Ed oggi non c'è nessuno che possa contrastare credibilmente la dittatura imminente. La sinistra in mano a questi signori è diventata una barzelletta senza nessuna credibilità.

Annamaria ha detto...

Questi signori la sinistra la tengono nella mano destra! I valori della sinistra li hanno buttati nel cesso, attaccati come sanguisughe al loro posticino di prima classe e al loro piccolo potere.
Non posso pensare al baratro sociale, culturale, economico, verso il quale questo nostro treno sta correndo, teleguidato da un folle macchinista seduto sui propri miliardi e dal suo circo di nani e ballerine.. mi sento dentro un gelo..

P.S. Hai visto? Ti leggono perfino ad Oslo! :-) Un abbraccio..

Angelo del fango ha detto...

@ Annamaria
sono improponibili, hanno sfasciato tutta la storia della sinistra, buttato alle ortiche i valori fondanti per ottenere che cosa? Di essere sbeffeggiati dal berlusca con la questione morale. Se avessero un briciolo di coscienza, dovrebbero correre a nascondersi.
La sinistra ha un immenso bisogno di uomini nuovi, idee nuove, rinnovamento. Via questi perdenti arroccati sui loro privilegi!.
Oslo? Avra' sbagliato a girare ad un incrocio.. ;-)

soul ha detto...

Travaglio for president! Grillo premier! E chi osa tacciarli di qualunquismo...è in malafede! ;-)

Angelo del fango ha detto...

@ soul
sei troppo ottimista in merito.. non credo che ci pensino neanche lontanamente.. sopratutto Grillo.