sabato 6 dicembre 2008

Tira piu' un pelo di vescovo..

Vignetta del grande Gianfalco




..che un milione di studenti in piazza.

Milioni di studenti mobilitati insieme a professori, presidi, rettori e genitori, scuole occupate, cortei, manifestazioni, dibattiti e chi piu' ne ha piu' ne metta, senza ottenere nessun risultato, neanche una briciola in meno dei tagli previsti dalla famigerata legge 133 che taglia in maniera insostenibile la scuola pubblica e le universita'.

Basta invece che un vescovo alzi la voce (leggi qui), che subito in tempo reale, i tagli previsti dalla legge per le scuole cattoliche sono annullati. Non si era ancora spento l'eco dell'ultima vocale dell'ultima parola pronunciata dal vescovo, che subito i rappresentanti di questo stato finto "laico" che e' l'Italia, erano proni, "appecoronati" ai suoi diktat e cancellavano i tagli.

Io credo che la maggioranza degli italiani non vuole questi tagli alla scuola pubblica, possibile che non c'e' nessuna parte politica che si accolli seriamente il fardello di raccogliere questo dissenso contro questa legge, che inizi una dura campagna contro e raccolga consensi e voti a man bassa?



.

8 commenti:

soul ha detto...

Ci siamo letti nel pensiero... ;-) Ho commentato la stessa notizia nel tuo post precedente.
Che dire? No questa forza politica non c'è. Sul corriere c'era un trafiletto di intervista a Giorgio La Malfa (...) che in sostanza diceva che non è d'accordo e che lo stato dovrebbe essere laico...qual discorso infiammato e coraggioso!!! No, non c'è nessuno, accidenti!

kingpattume ha detto...

l'assurdo è che il Pd sferri l'attacco non perchè ritiene sbagliati gli aiuti alle scuole private, ma perchè li consideri poca cosa!

soul ha detto...

Veltroni e molti dei suoi potrebbero a buon diritto essere i leader dei Budiny Molly di salviana memoria! Da wikipedia: "L'altro personaggio è il leader dei Budiny Molly, un metallaro; tormentone: «Faccio parte di un gruppo rock molto... volgare, facciamo solo rock duro duro duro... ci chiamiamo i Budiny Molly». La gag finisce inevitabilmente sulle note di "Kiss me Licia" cui il duro metallaro non sa resistere e balla: «questo pezzo mi acchiappa! Anzi no, solo ac- perché -chiappa è trooppo volgare!»"

Angelo del fango ha detto...

@ soul 1
la politica non c'è più, la gestione della cosa pubblica nell'interesse pubblico è utopico in Italia. Pensano solo a mantenere il loro potere ed i loro privilegi. Massimo 2 legislature e poi a casa, questa è la chiave per scardinarli.

Angelo del fango ha detto...

Il Pd è vittima dell'ambiguità dalla sua nascita. Con gli operai ma anche con la chiesa. E ogni tanto la binetti e soci passano alla cassa

Angelo del fango ha detto...

@ soul 2
direi che budiny molly è azzeccatissimo per Uoltèr.. una grandissima delusione..

pmeggy ha detto...

Se avessimo un pò più dignità come paese penso ci indigneremo per quello che è successo, ma la cosa è passata inosservata, sembra ovvio che la politica obbedisca al Vaticano...ahah la Binetti secondo me ha sbagliato schieramento politico. Leggevo sulla Repubblica che sostiene la moratoria della Lega sulle moschee...ma è normale tutto ciò?? Ciao (t'inserisco nella lista dei blogroll)

Angelo del fango ha detto...

Sbagliato schieramento politico? E non solo.. col cilicio e quel cipiglio credo che abbia sbagliato secolo.. grazie, ciao.