giovedì 30 luglio 2009

Confesso



Ebbene si, confesso la mia debolezza per questo magnifico delfino biondo. Per lei e per il Nuoto, uno sport povero, poco spettacolare che comporta per gli atleti enormi sacrifici e gioie e ricchezze per pochissimi. Mio figlio di 8 anni nuota, ha gia' vinto una garetta e gli piace allenarsi (e schizzare l'acqua agli allenatori a bordo vasca.) se vorra' continuare ne saro' ammirato.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho nuotato 30 anni. Poi mi sono rotta. Devi avere una grande detrminazione e forza d'animo per nuotare in solitudine, per raggiungere il tuo personale obiettivo e per continuare. Ad un certo punto ho detto Stop...nn è uno sport facile

Angelo del fango ha detto...

Gia', a meno che tu non faccia pallanuoto, il nuoto e' uno sport solitario. Bisogna avere una grande forza interiore e motivazione per allenarsi con costanza. O essere dei sognatori.

Dolce imperfetta ha detto...

Grazie per questo post.Auguro a tuo figlio molte vasche felici. Che diventi un campione oppure no,il nuoto gli insegnerà molto in carattere e disciplina.
Una ex-nuotatrice(discreta...)
Serene vacanze!