giovedì 23 luglio 2009

Sono un papino, non sono un santo non tentarmi non sono un santo.


Ho riscritto il testo di questo classico pezzo della canzone popolare italiana dei primi anni '70. Ora mi sembra piu' orecchiabile, no?



Sono un papino, non sono un santo
non tentarmi non sono un santo.

Non mi portate le escort di sera,
mi fan paura le escort di sera.

Fra tre mesi te lo prometto
che il permesso tu l'avrai
ti assicuro non e' un dispetto
ti accontento se me la dai.

Tre mesi non son lunghi da passare
quando papino stuzzica il tuo cuore
ti prego Patrizia mia non mi lasciare
Se non avessi te dovrei pagare

Non sono solo, ho quattro avvocati
non scordare che ho quattro avvocati

Dove sei stata, non ti ho ancora ingroppata
resta a letto, non ti ho ancora ingroppata

Fra tre mesi saremo in maggio
e il permesso ti daro'
chiamo Bari vedrai, coraggio
non potranno piu' dirti di no

Tre mesi sono lunghi da passare
quando papino stuzzica il tuo cuore
Ti prego Patrizia mia non mi lasciare
se non avessi te dovrei pagare

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.



7 commenti:

tere ha detto...

....spettacolare!!!
Teresa

marginalia ha detto...

Ti ho "rubato" il video ...

Angelo del fango ha detto...

@ teresa
;-)

Angelo del fango ha detto...

@ vincenza
ehi, ed il testo non lo porti via? ;-)

marginalia ha detto...

No, ma ho messo il link ;-)
(ma non mi spiego come mai tra i link a questo post qui risulta solo Kilombo e non Marginalia)

soul ha detto...

Sei quasi più bravo della coppia Papi-Apicella... ;-)

Angelo del fango ha detto...

No, soul.. non arrivo a certe vette.. ;-)