venerdì 5 agosto 2011

La Democrazia del padrone, Il sistema Berlusconi.




Come puo’ essere che dei parlamentari votino le leggi volute dal pornoduce nonostante queste siano palesemente invotabili?
Si spiega facilmente con il sistema Berlusconi.
Prima ha fatto una legge elettorale che permette di essere solo lui a scegliere i suoi candidati, poi ha scelto una miriade di mediocri signor nessuno da far eleggere.
Una volta eletti sono sotto scacco, se non fanno come dice lui, non li ricandida con la perdita di tutti gli incredibili privilegi di cui godono gli eletti.
Questi yesman vuoti e quasi senza volto, votano compatti leggi vergognose e mettono la loro firma su altre che in realta’ sono nate sulle scrivanie degli avvocati della mummia di Arcore.
Altrimenti sanno che per loro la pacchia e’ finita, non avranno mai piu’ la possibilita’ di ricandidarsi.
Poi soprattutto in Campania, Calabria e Sicilia non ha esitato a fare patti con personaggi legati alla malavita come cosentino che pero’ assicuravano un pacchetto di voti. 
Altro sistema collaudato, e’ quello di far eleggere i personaggi della sua corte, gli avvocati, i consulenti, le troiette, i mangioni etc, etc.
E poi questi continuano a fare quel che facevano prima, ma stipendiati da tutti noi.

2 commenti:

Ibadeth ha detto...

Ma votiamoli, sì, votiamoli!

Smerdjakov ha detto...

Come può funzionare una democrazia dove chi vota è depensante? O cambiano gli italiani o deve cambiare la forma di governo.