domenica 2 agosto 2009

Ti attacco la Kamchacta!



Come da tradizione, l'ultima Domenica prima dello spostamento d'agosto in Salento, viene propedeuticamente passata a casa. Come un sacrificio offerto al Dio delle Vacanze. Pomeriggio noioso con pioggia annunciata, ma non arrivata.
E allora metto via computer, smartphone, playstation, Ipod ed ogni diavoleria elettronica e via libera a feroci partitoni di Risiko e Monopoli fino all'ultima banconota e l'ultimo carrarmato. Ed i cuccioli che da riluttanti che erano all'inizio, bisogna poi tirare via a viva forza dal tavolo ben oltre l'ora di cena. E col classicissimo "Ma dove cavolo e' la Kamchacta?" vince la voglia di stare insieme, oppure l'innata competizione? 




2 commenti:

SandalialSole ha detto...

Se tu mi attacchi la Kamchacta io mi riprendo la Jacuzia. E poi la Kamchacta me la riprendo comunque, anche se non è nei miei obiettivi. E i carrarmati gialli sono i miei. chiaro.

Angelo del fango ha detto...

Tienili pure. Io ho sempre lottato per avere i rossi. (e poi la Kamchacta e' la chiave del gioco, da li' arrivi ovunque..) ;-))